Il fiore delle donne: la mimosa

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

La mimosa, come da tradizione, è la protagonista dell’8 Marzo. Forse non tutti sanno che fu proprio l’ UDI (Unione Donne in Italia), l’8 Marzo 1946 ad eleggere la mimosa come fiore rappresentativo della donna, chi meglio della mimosa, con il suo colore allegro e solare, può rappresentarci?

Ma la mimosa è anche simbolo di ricordo, e mentre “lavoro” questo bellissimo fiore, in attesa della giornata di domani, questi ricordi un po’ scolastici avvolti mi dicono che domani è anche la giornata in memoria delle 129 donne morte nel rogo della fabbrica di Cotton a New York;100 anni sono passati ed eccoci ancora qua, questa è per tutte le donne che ancora oggi vengono umiliate e maltrattate

Mimosa

Ma bando alla malinconia, vi lascio con un consiglio su come curare al meglio la mimosa che i vostri mariti, fidanzati, partner, amici vi omaggeranno nella festa di domani (guai a loro se non ci portano almeno un rametto!).

Per mantenere più a lungo possibile la freschezza della vostra mimosa dovete assolutamente tenerla lontano da fonti di calore, eliminate tutte le foglie che si rovinano e quelle che crescono in basso: queste infatti possono marciscono rapidamente perché a contatto con l’acqua del vaso. Piccola sciccheria! Riempite il vasetto con dell’acqua tiepida in modo da far fiorire i fiorellini non ancora aperti e a rendere più soffici quelli già sono sbocciati!

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *